Vai alla home page
 
comunicazioni con AOUP
comunicazioni con AOUP
convegni medici
dpc
dpc
dpc
dpc
dpc
LINK DIRETTI AI CERTIFICATI INPS
CEDOLINO E VARIAZIONI ASSISTITI
  Notizie   
 
 
Pagina facebook

vai alla pagina facebook
 
Ordinanza Regione Toscana su fine isolamento e tamponi

Inserito il 11 gennaio 2022 alle 20:30:00 da fimmg1957. IT - Professione


Allegato A alla delibera numero 2 della RT del 10 gennaio 2022 inerente le modalità di gestione del fine isolamento e la effettuazione di tamponi rapidi da parte dei MMG e delle Associazioni di Volontariato

Indicazioni per effettuare le attività di tracciamento e gestione dei casi positivi

In considerazione dell’attuale circolazione del virus Sars-Cov2 è necessario mantenere ed implementare le misure di prevenzione e contenimento per fronteggiare la diffusione della circolazione e della malattia, fra le quali una celere e diffusa attività di tracciamento e rilevazione dei casi positivi.

Il SSR implementa il sistema informatico di tracciamento dei casi positivi che preveda la gestione informatizzata di alcune fasi del percorso quali l’individuazione dei casi positivi, la comunicazione di prescrizione delle misure di isolamento e quella di guarigione da parte del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda USL territorialmente competente. La gestione informatizzata prevede un ruolo attivo del cittadino che procederà inserendo il proprio nome, cognome e numero di tessera sanitaria, oppure accedendo in maniera sicura con SPID, CNS o CIE al portale https://referticovid.sanita.toscana.it, contribuendo così a semplificare e velocizzare l’attività di tracciamento. Il link per l’autovalutazione verrà da subito attivato anche sul portale http://fascicolosanitario.regione.toscana.it/ ed a seguire sulla APP Toscana Salute. In merito alla rilevazione del virus, in risposta alle nuove modalità di individuazione dei casi clinici positivi previsti dall’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 66 del 28.12.2021, e successivamente dal decreto legge n. 229 del 30/12/2021 nonché dalla Circolare del Ministero della Salute, il SSR ridefinisce l’offerta di tamponi antigenici rapidi, per garantire la disponibilità di test in numero sufficiente ai bisogni di Sanità Pubblica, con una capillarità di offerta funzionale a garantire l’equità di accesso alla popolazione.

Tutto ciò premesso si ridefinisce il sistema di gestione del tracciamento dei casi:
1- Attività delle Aziende USL
Le Centrali di tracciamento delle Aziende USL dovranno prioritariamente:

- prendere in carico i casi positivi secondo il criterio cronologico della data di diagnosi attraverso un tampone risultato positivo e presente nel sistema regionale (casi ancora in attesa di essere contattati per definirne la guarigione o la rivalutazione);

- soggetti che per motivi sociali, socio-sanitari o personali non possono svolgere un ruolo attivo nel percorso informatizzato di auto-valutazione, non avendo risposto compiutamente, al fine di fornire informazioni dal sistema.
Le Aziende USL sono tenute ad incrementare in maniera sostanziale la capacità di tracciamento quotidiana, anche al fine del rilascio delle attestazioni di termine di isolamento sanitario da Covid19.

Le Aziende Sanitarie sono tenute ad incrementare l’offerta di tamponi molecolari e antigenici, attuando, nel territorio di competenza, gli obiettivi definiti dalla Direzione Regionale Sanità, Welfare e Coesione Sociale, anche attraverso delle convenzioni uniformi sul territorio regionale.

Le Aziende Sanitarie sono tenute a continuare a garantire una costante e continua attività di informazione sui percorsi Covid-correlati, comprensibile, attuale e di facile accesso, utilizzando tra gli altri i siti istituzionali e i numeri telefonici dedicati, sempre accessibili, al fine di evitare il ricorso improprio sia ai numeri di emergenza che ai numeri della Continuità Assistenziale.

Per quanto riguarda l’attività di gestione dei provvedimenti di isolamento, le Aziende USL provvedono attraverso il sistema informativo sanitario della prevenzione collettiva a:

- aprire il provvedimento di inizio isolamento automaticamente per quei cittadini che abbiano riportato un risultato positivo al tampone per Covid 19 ed abbiano compilato correttamente il questionario di autovalutazione, inviando quindi in tempo reale il provvedimento di isolamento ai recapiti indicati.

- aprire il provvedimento di inizio isolamento per tutti coloro che non hanno seguito le indicazioni inviate dal sistema regionale e non hanno aderito al sistema di autovalutazione. Nella scheda relativa, come stato della sorveglianza, deve essere indicata la dizione “perso al follow up” per i casi in gestione in arretrato. Questi soggetti potranno in qualsiasi momento aderire al sistema di autovalutazione, permettendo il perfezionamento della pratica, qualora nel frattempo non siano stati contattati dalla Centrale di Tracciamento dell’Azienda di riferimento.

- chiudere il provvedimento di isolamento automaticamente attraverso l’invio dell’attestazione di termine di isolamento sanitario da Covid19 per i soggetti asintomatici e paucisintomatici dopo 7 o 10 giorni a seconda dello stato di vaccinazione a seguito di un referto di tampone negativo eseguito nei tempi corretti; ove, trascorse le 24 ore dall’esito del tampone negativo non venga trasmesso il provvedimento di fine isolamento, il referto positivo del tampone iniziale e di quello negativo finale, sostituiscono il suddetto provvedimento.

- inviare automaticamente il fine isolamento trascorsi 21 gg dalla data del primo tampone positivo;

2 Medici di Medicina Generale e Pediatri di Famiglia

I Medici di Medicina Generale ed i Pediatri di Famiglia, in attuazione dei rispettivi Accordi finalizzati alla prosecuzione della gestione della pandemia da Sars-Cov2, collaborano su base volontaria all’incremento dell’offerta complessiva di tamponi, attraverso l’esecuzione di test antigenici rapidi secondo le categorie consentite e poste in carico all’SSR con riferimento agli accordi regionali vigenti, alla normativa nazionale e regionale e alle ordinanze, tra cui l’OPGR 66/21. Il Medico di Medicina Generale ed il Pediatra di Famiglia prescriveranno il test molecolare ed antigenico a carico del SSR in coerenza con la normativa e con le condizioni cliniche dell’assistito, attueranno i contenuti previsti dall’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 66 del 28.12.21 e dalle circolari della Direzione Sanità, Welfare e Coesione Sociale Regionale.

Inoltre il Medico di medicina generale e il Pediatra di famiglia registrano in tempo reale sulla APP #insalute, integrata con il sistema informativo regionale, il risultato del test, sia positivo che negativo, per le conseguenti azioni da parte degli organi competenti delle Aziende USL.

Prendono in carico i propri assistiti positivi e ne orientano le scelte; i Medici di medicina generale effettueranno, se del caso, la segnalazione per la prescrizione di anticorpi monoclonali e di farmaci antivirali; i Pediatri di Famiglia collaborano alla campagna di prevenzione e sorveglianza in ambito scolastico.

3 Farmacie aderenti agli accordi
Le Farmacie aderenti, in applicazione dell’Accordo tra Regione Toscana, Unione Regionale Toscana Farmacisti Titolari e Confederazione Italiana Servizi Pubblici Enti Locali, contribuiscono, nelle fattispecie disciplinate dal suddetto e dunque a carico del Servizio Sanitario Regionale, all’effettuazione di test antigenici rapidi secondo l’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 66 del 28.12.2021 e secondo le modalità previste dall’accordo sottoscritto, al fine di ampliare l’offerta di tamponi antigenici rapidi e sono tenute a inserire i risultati dei tamponi, sia positivo che negativo, in tempo reale sulla APP #insalute, integrata con il sistema informativo regionale.

4 Associazioni di Volontariato

Le AA.VV. concorrono, sulla base di principi e modelli organizzativi già condivisi a livello regionale con la Direzione Sanità, Welfare e Coesione Sociale, all’incremento complessivo dell’offerta di prelievo decentrato per i test molecolari ed alla somministrazione di antigenici a carico del SSR, nel rispetto delle specifiche convenzioni aziendali che dovranno essere uniformi e omogenee negli articoli principali.
Registrano in tempo reale sulla APP #insalute, integrata con il sistema informativo regionale, il risultato del test, sia positivo che negativo, per le conseguenti azioni da parte degli organi competenti delle Aziende USL.

Si ribadisce alla popolazione presente in Toscana che è indispensabile rispettare le misure di prevenzione per evitare la diffusione del virus Sars-CoV-2. In caso di positività, occorre rispettare le misure di isolamento e, ove possibile, con l’auto- valutazione contribuire a rendere tempestiva la presa in carico da parte del Servizio Sanitario Regionale.

I cittadini che abbiano riportato un risultato positivo al tampone devono quindi,
attraverso l’accesso in maniera sicura con SPID, CNS o CIE al portale https://referticovid.sanita.toscana.it, compilare il questionario di autovalutazione, che consente di gestire correttamente il provvedimento di sanità pubblica e di conseguire, al termine della malattia, l’attestazione di termine di isolamento sanitario da Covid19.

Le aziende USL, i Medici di Medicina Generale e Pediatri di famiglia, le Farmacie e le Associazioni di Volontariato, sono tenuti a garantire la corretta identificazione dei cittadini e la conseguente corretta registrazione dei loro dati nei sistemi regionali.


Letto : 303 | TORNA INDIETRO | Stampa la notizia | Stampa la notizia in pdf | Informa un amico
 
Sede
News sanitarie
 
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7 | 2022 © FIMMG-Pisa |  Contattami  |  Versione stampabile   | Feed  | 
ore 20:46 | 1663065 accessi | utenti in linea: 2408